The Fun Box – Gennaio 2017

Avete mai sentito parlare delle mystery box? Pacchi pieni zeppi di oggetti provenienti dalla cultura pop, geek e nerd che solitamente riservano sempre delle belle sorprese? Bene, in questo articolo andremo a scoprirne una al 100% italiana: The Fun Box. Vediamo cosa ci andrà a regalare questa nuova box ideata dai nostri connazionali!

Mistery Box

Nel mondo dell’Internet sono sempre più diffuse quelle che vengono definite in gergo “mystery box“. Queste scatole, che tanto si vedono su siti e canali YouTube, consistono in dei pacchi contenenti vari prodotti provenienti dal mondo nerd & geek. Action figures, pop figures, vestiario, fumetti ed altre miriadi di articoli che si ricollegano a merchandising di film, serie tv, videogiochi e chi più ne ha, più ne metta. Tra i più importanti esponenti si possono annoverare società del calibro di Loot Crate, 1up Box, SuperGeek Box, Nerd Block, ecc. ecc.

La maggior parte di queste sono aziende straniere (praticamente tutte), che monopolizzano il mercato essendo tra le più note e, solitamente, tra le migliori a livello di contenuto. Però esiste qualche eccezione.

 

The Fun Box

In particolare, in questo articolo, voglio introdurvi ad una start-up italiana che ha recentemente deciso di immettersi nel giro: The Fun Box.

Il sigillo di sicurezza

The Fun Box è una azienda, appunto nostrana, che ha deciso di cimentarsi nel mondo delle box a partire dallo scorso anno, facendosi largo con prodotti di qualità e davvero molto interessanti.

I ragazzi della Fun Box garantiscono dai 6 ai 10 oggetti in ogni loro scatola, tra i quali sono certi un indossabile (solitamente una maglietta), un fumetto e altri vari prodotti provenienti dal mondo della cultura pop.

Il prezzo di una singola box è di 27.90 euro, che è in linea con i prezzi delle major del settore e che comunque è inferiore all’effettivo valore del contenuto della scatola.

E’ possibile acquistare la FunBox per un singolo mese oppure sottoscrivere un abbonamento trimestrale per un ammontare di 79,80 euro, da versare in un pagamento unico, che permette di risparmiare all’incirca 4 euro sull’acquisto singolo di tre box.

In fondo all’articolo vi lascio i link del caso, che vi invito ad utilizzare nel momento in cui foste interessati ed incuriositi dai prodotti offerti da questa nuova azienda.

Ora bando alle ciance, perché per il mese di gennaio ho deciso di acquistare una di queste box, quindi andiamo a vedere quali sorprese mi ha riservato!

Gennaio 2017

Innanzitutto ricordiamo che il tema per il mese di gennaio era “Fazioni in guerra“.

Dopo aver effettuato l’acquisto tramite PayPal, la box mi è arrivata a casa una decina di giorni dopo la chiusura degli ordini, impiegandone due o tre dall’effettiva spedizione.

La scatola era in ottime condizioni, così come si può constatare dalle immagini, con il sigillo di sicurezza, in stile gandalfiano, intatto a certificarne l’originalità del contenuto.

Non dilungandoci troppo oltre, andiamo a dare un’occhiata a quello che era contenuto all’interno della Fun Box di questo mese.

(mi scuso in anticipo di non avere una foto del contenuto tutto assieme, problemi logistici)

 

N° 1  – Peluche Angry Birds “Star Wars Edition”

Il primo degli oggetti contenuti nella box, che strabordava letteralmente fuori dalla scatola, è un peluche di Angry Birds, appartenente all’edizione “Star Wars” del famoso videogioco mobile.

Nel mio specifico caso, il personaggio che ho trovato è quello di C-3PO, il logorroico droide dorato che accompagna i protagonisti della celebre saga in molte delle loro peripezie.

Il prodotto è di ottima fattura, ovviamente originale, così come certificato dall’etichetta, ed è una delle nove possibili varianti che si potevano andare a trovare all’interno della scatola (così come si potrà vedere nella foto del depliant esplicativo a termine dell’articolo).

Personalmente, preferisco pop o action figures ai peluche, ma comunque è un prodotto davvero carino e simpatico, sicuramente gradito e di qualità.

Valore: ∼ 15 euro

 

N°2 – Star Wars Box Busters (2 pz.)

Passiamo subito al secondo contenuto della scatola, o meglio, ai prossimi due.

Infatti all’interno del crate era possibile trovare due tra le quattro varianti offerte dei Box Busters, ovvero dei cubi da gioco, o collezione, rappresentanti altrettante scene di battaglie rese celebri sempre dalla saga Star Wars.

I cubi si possono chiudere ed aprire, andando a rivelare l’ambientazione tipica delle scene che rappresentano.

Nello specifico, il sottoscritto ha trovato la battaglia ambientata sul pianeta ghiacciato Hoth e l’attacco su Endor, ma tra le alternative possibili c’erano anche la battaglia di Yavin IV e lo scontro dei Ribelli con i Tie Fighter imperiali.

Devo ammettere che personalmente questo specifico contenuto non mi ha entusiasmato più di tanto, in quanto l’ho ritenuto un prodotto orientato maggiormente ad un pubblico di più piccini.

Il fatto che non sia andato incontro ai miei gusti personali, ovviamente, non significa che altri non possano ritenerlo un buon prodotto da collezione.

Valore: ∼ 10 euro

 

N° 3 – Fumetto Civil War o Deadpool

Veniamo ora ad una delle più gradite offerte delle scatole della Fun Box: i fumetti.

Come detto già precedentemente, i ragazzi di questa box garantiscono all’interno di ogni box la presenza di almeno un fumetto o manga.

Non è una cosa scontata così come potrebbe sembrare, considerando che molte delle mistery box più blasonate raramente inseriscono al loro interno dei prodotti di questo tipo.

Ottimo punto a favore di Fun Box.

Per il mese di gennaio era incluso nella scatola il primo numero della raccolta “Le battaglie del secolo” (Civil War nello specifico), oppure sempre un primo numero ma di DeadPool Serie Oro (“DeadPool uccide l’universo Marvel“).

Per mia sfortuna, possedevo già la collana de “Le battaglie del secolo” che si riferiscono a Civil War, quindi mi sono ritrovato con un doppione, anche se gradito.

Inutile stare a dire che avrei preferito di gran lunga l’altra opzione, ovvero DeadPool, ma tant’è!

Comunque un ottimo lavoro da parte di Fun Box, essendo questi due titoli  davvero un’ottima aggiunta alla scatola di gennaio, in linea con il tema mensile.

 

Valore: ∼ 10 euro

 

 

N° 4 – Bustina Atomicron

Arriviamo al quarto prodotto presente nella box, in merito al quale ho davvero poco da dire.

 

Una bustina Atomicron, ovvero contenente delle minuscole action figures (?) da gioco per un pubblico molto (ma molto) giovane.

E’ probabilmente un contenuto di riempimento, ma, a mio personale parere, stona molto in quella che è una box che dovrebbe contenere oggetti provenienti prevalentemente dal mondo geek e dalla cultura pop.

In ogni caso c’è ben poco da aggiungere, meglio passare oltre!

Valore: ∼ 2-3 euro

 

 

 

N° 5 – Sluban Army set costruibile

 

 

Per il quinto elemento (no, non il film purtroppo) di questa mistery box, possiamo trovare un piccolo set costruibile di una azienda (tra le tante simil Lego) molto nota a nessuno fuori dal nostro Paese, la Sluban (???).

Anche per questo prodotto non ritengo vi sia molto da dire, in quanto si rivela un altro contenuto di riempimento (già meglio della bustina del punto 4, in ogni caso), che risulta però anch’essp un po’ decontestualizzato rispetto a quello che dovrebbe essere il contenuto di questo tipo di box.

Il collegamento con il tema del mese appare un po’ forzato, poiché questo piccolo set non è calato in nessun specifico contesto, se non quello della guerra in generale.

Un altro prodotto difficile da venire apprezzato, orientato molto ad un pubblico sempre di piccoli.

Valore: ∼ 2-3 euro

 

 

N° 6 – Star Wars Blueprint Papercraft

Siamo arrivati al sesto contenuto di questa box e stavolta ci troviamo di fronte ad una action figure (molto poco action) di Darth Vader in blueprint.

Oltre al Sith, era possibile trovare anche Chewbacca o uno Stormtrooper, così come si può vedere dal retro della confezione.

 

Nonostante stavolta si parli di un prodotto decisamente superiore ed interessante rispetto ai due precedentemente proposti, a malincuore devo riconoscere che ancora una volta ci troviamo di fronte ad un contenuto che fa del suo target i più piccini, che comunque può benissimo essere riconosciuto come oggetto da collezione ed esposizione (con un po’ di fantasia).

In ogni caso, non ho saputo resistere alla tentazione: ho scartato tutto ed ho assemblato il mio temibile Darth Vader di cartoncino. T’oh, non è poi così male.

Valore: 5-10 euro

 

N° 7 – T-shirt Stoormtrooper

Ci siamo lasciati per ultimo uno degli elementi più lieti dell’intera box, almeno a parer di chi scrive.

Da amante delle magliette, felpe ed ogni altro genere di indumento marchiato Star Wars, trovare questa t-shirt è stata una gradita sorpresa.

Quello che ci troviamo di fronte è un ottimo prodotto, di buona fattura e, ovviamente, ufficiale. Cotone al 100% e con una stampa molto buona, questa maglietta non mi ha lasciato per niente deluso, risollevando un po’ gli umori guasti per quei contenuti decisamente dimenticabili dei quali abbiamo parlato poco sopra.

 

 

Però con le magliette in stile Guerre Stellari si vince sempre facile. C’è qualche demonio che non sarebbe in grado di apprezzarle? Lungi da me.

 

Valore: ∼ 15 euro

 

 

 

 

 

 

 

Tirando le somme

Arrivati alla fine di questo articolo, cosa possiamo dire riguardo la Fun Box di gennaio?

Partendo subito con le note un po’ più dolenti, si potrebbe criticare la scelta di introdurre dei prodotti di riempimento, quindi esclusivamente atti a far numero, che ben poco appeal potrebbero avere su chi acquista la box nella speranza di trovare degli oggetti da collezione.

Nella box di questo mese si può notare la presenza di prodotti orientati ad un target relativamente più giovane di quello che acquista questo genere di scatole, riscontrando anche una carenza dal punto di vista dell’attinenza con lo specifico tema del mese.

In effetti, la box era molto incentrata su oggettistica licenziata Star Wars, con alcuni degli altri articoli a fare da (dimenticabile) contorno. Però bisogna sempre tenere a mente che stiamo parlando di una azienda di recente formazione che si inserisce in un mercato molto competitivo dominato da poche società che controllano il giro (es. LootCrate).

Però, tra le note positive, non si può mancare di notare la totale ufficialità del contenuto offerto e la sua indubbia qualità (Sluban (??) ed Atomicron a parte). Peluche e t-shirt sono di ottima fattura e, ricordiamolo ancora una volta, targati Star Wars, come evidenziano le etichette.

Come messo in evidenza anche durante l’analisi dei singoli prodotti, una delle più belle sorprese nelle scatole della Fun Box è la presenza assicurata di un fumetto, cosa che davvero in pochi fanno, anche a livello internazionale. Questo è sicuramente un enorme punto a favore di questa azienda.

In conclusione, ci tengo a ricordare che il valore complessivo di tutta la mercanzia supera di gran lunga il valore d’acquisto della box, arrivando ad una cifra stimata di ∼ 65 euro.

E questa è un’altra grande nota positiva per i ragazzi della Fun Box, che, sicuramente, al di là dei singoli prodotti che possono entusiasmare o meno, garantiscono un bel valore complessivo degli oggetti che inseriscono nelle scatole.

Andando a chiudere, io vi consiglio vivamente di provare ad acquistare una Fun Box, se siete interessati a questo tipo di oggettisica.

Al di là del singolo mese,  che personalmente non mi ha fatto gridare di gioia, The Fun Box sà riservare davvero molte chicche all’interno delle proprie scatole, così come dimostrano le box dei mesi precedenti (che vi invito ad andare a vedere qui).

Inoltre, si tratta dell’unica realtà di questo tipo sul suolo italiano, il che è ancora più lodevole e li rende meritevoli di avere una chance.

Vi ricordo che il tema per il mese di febbraio è “Eroi” e che se foste interessati ad acquistare la box, di correre a farlo sfruttando anche la possibilità di vincere il bonus ninja, che premia i più veloci nell’acquisto delle crates.

Vi lascio qui di seguito i link del sito e della pagina Facebook di The Fun Box.

Alla prossima!

 

Info The Fun Box